About us

 

 

Lo Studio Guenzani apre a Milano, in via Eustachi 10, nel 1987.
Il direttore, Claudio Guenzani, ha presentato, negli oltre 25 anni di attività, mostre di artisti italiani e stranieri.
Lo Studio Guenzani propone artisti diversi tra loro, sia per la qualità formale del lavoro, sia per provenienza nazionale e generazionale, accomunati semmai dall’unicità della loro produzione.
Nel 1988 le prime mostre di Louise Lawler  e Cindy Sherman hanno affermato l’interesse della galleria per la fotografia (successive mostre di Louise Lawler nel 1994, 2001 e 2007; di Cindy Sherman nel 1991,  2001 e 2007), mentre nella scorsa stagione è stata presentata una nuova mostra delle due fotografe americane.
Le mostre dedicate ad artisti che usano la fotografia si sono susseguite negli anni successivi: Hiroshi Sugimoto  (1994, 1999, 2007), Nobuyoshi Araki (1997,1999, 2004 e 2007), Morimura (1998 e 2002), Sharon Lockhart (1998), Dayanita Singh (1999, 2005).
Dal 1992 lo Studio Guenzani rappresenta artisti di Los Angeles: Paul McCarthy, Lari Pittman, Charles Ray, Allen Ruppersberg, tra gli altri, i cui lavori sono stati esposti più volte in galleria. L’interesse per gli artisti provenienti dalla west coast statunitense è proseguito in anni più recenti con mostre di artisti dell’ultima generazione : Laura Owens (nel 1998 e 2000), Jennifer Pastor (1995 e 1999), Jason Meadows (2000 e 2002), Jennifer Bornstein (1997 e 1999), Stephanie Pryor (2001 e 2002), Catherine Opie (2002, 2004). Nel 1996 l’opera di Kcho (Alexis Leyva Machado), artista cubano, è stata esposta per la prima volta a Milano allo Studio Guenzani, una seconda mostra dedicata a Kcho è seguita nel 1999.
Nel 2001 si è tenuta presso lo Studio Guenzani un’importante mostra  di Yayoi Kusama, artista giapponese storica, la cui opera non veniva esposta in una  personale in Italia dalla fine degli anni ’60.  In mostra opere dagli anni ’50 fino alle più recenti e una grande installazione ambientale del 2000. A questa mostra ha fatto seguito, nel 2005 una seconda personale di Yayoi Kusama con opere recenti.
L’interesse della galleria si concentra naturalmente anche sulle ricerche dell’ultima generazione di artisti italiani.
Dal 1989 lo Studio Guenzani rappresenta Stefano Arienti a cui durante gli anni ’90 si sono aggiunti altri artisti italiani che lavorano con linguaggi differenti tra loro: Margherita Manzelli, Patrick Tuttofuoco, Luisa Lambri, Alessandro Pessoli, Gabriele Basilico, Claudio Gobbi, Matteo Rubbi.
Lo Studio Guenzani collabora costantemente e direttamente con tutti gli artisti che rappresenta.

 

Studio Guenzani opened in Milano, Via Eustachi 10, in  1987.
The director, Claudio Guenzani, has shown during more than 25 years of activity, italian and international artists.
Studio Guenzani proposes different artists, for the formal quality of the work, as well for their national and generational proveniences.
In 1988 Louise Lawler’s and Cindy Sherman’s  first exhibitions in the gallery have affirmed the interest of the gallery for photography (other exhibitions of Louise Lawler in 1994 and 2001, of Cindy Sherman in 1991 and 2001) they were followed by exhibitions of Hiroshi Sugimoto (1994 and 1999), Nobuyoshi Araki (1997 and 1999), Morimura (1998 and 2002), Sharon Lockhart  (1998), Dayanita Singh (1999).
Since 1992 Studio Guenzani represents artists from Los Angeles: Paul McCarthy, Lari Pittman, Charles Ray, Allen Ruppersberg europa among others. The interest for artists coming from the west coast of the USA continued during the last few years with exhibitions of Laura Owens (1998 and 2000), Jennifer Pastor (1995 and 1999), Jason Meadows (2000 and 2002), Jennifer Bornstein (1997 and 1999), Stephanie Pryor (2001 and 2002), Catherine Opie (2002)all representing the younger generation and the new researches.
In 1996 the work of Kcho (Alexis Leyva Machado), from Cuba, was shown at Studio Guenzani for the first time in Milano, other exhibition of Kcho followed in 1999.
Studio Guenzani show Yayoi Kusama in 2001 exhibiting works from the ‘50 till the most recent. In 2000 a large installation by Kusama was exhibited. The last one person show of Yayoi Kusama followed in 2005.
The interest of the gallery focuses as well in the researches of the  latest italian generation of artists. Since 1989 the gallery represents the work of Stefano Arienti and during the 90’s of several other italian artists working with different languages, among them  Margherita ManzelliGiuseppe GabellonePatrick Tuttofuoco, Luisa Lambri, Alessandro Pessoli, Gabriele Basilico, Matteo Rubbi, Claudio Gobbi.
All the artists mentioned above have been exhibiting several times at Studio Guenzani.